|   |  Vicenza battuto: e’ sempre Mazzeo superstar!

Vicenza battuto: e’ sempre Mazzeo superstar!

Il Foggia supera brillantemente il Vicenza nell’esordio in gara ufficiale al secondo turno di TIM CUP, mette in mostra il solito Mazzeo-monstre, che segna due gol, e si guadagna la sfida contro i blucerchiati di Marco Giampaolo, sabato prossimo a Marassi. Rossoneri già in palla, tengono sempre sotto controllo la gara, aprono le danze con Mazzeo e quando i biancorossi giungono al pari su rigore non si scompongono e passano di nuovo fino a mettere al sicuro il risultato.
La formazione.
Stroppa deve rinunciare agli squalificati Empereur, Loiacono e Agnelli e all’infortunato Figliomeni, così il Foggia all’esordio stagionale, nell’anno del ritorno in Serie B, somiglia tanto a quello che ha stravinto il campionato di Lega Pro: Guarna tra i pali, Gerbo, Martinelli, Coletti e Rubin in difesa, Agazzi, Vacca e Deli a centrocampo, Chiricò, Mazzeo e Floriano in attacco con l’ex Carrarese che ottiene subito la fiducia di Stroppa e rappresenta l’unica novità rispetto al recente passato.
La cronaca.
Partenza di studio per entrambe le formazioni, dopo 20’ il Foggia comincia a prendere le misure della porta avversaria e va al tiro 3 volte in pochi minuti con Floriano, Agazzi e Deli senza però riuscire a sbloccare il risultato. Il Vicenza si vede solo una volta in attacco alla mezz’ora con Giacomelli che viene anticipato al momento del tiro da Coletti. Sul finire il Foggia passa in vantaggio. Punizione al 43’ di Vacca che serve in maniera impeccabile Mazzeo: conclusione al volo e palla in rete 1-0 e squadre al riposo.

La ripresa comincia ed il Vicenza arriva subito al pareggio: al 7’ Martinelli abbatte in area Beruatto ed Aureliano decreta il rigore: dal dischetto De Giorgio pareggia. Il Foggia, però, non ci sta e si ributta in attacco. Al 21’ rigore per i rossoneri per fallo su Chiricò: dal dischetto si presenta Mazzeo ma la palla sbatte sulla traversa. Gioia rimandata solo di 3’ Rubin si invola sulla sinistra mette in mezzo per Deli, tocco per Mazzeo e palla in rete: Foggia di nuovo in vantaggio.

Al 31’ gara chiusa: Milinkovic, subentrato a Floriano, approfitta di un retropassaggio errato e  con un pallonetto beffa Valentini. Il resto è solo gioia pura per i tanti foggiani accorsi in massa al Menti e ripagati con una vittoria netta e convincente.
E, adesso: sotto con la Sampdoria. 
Area Comunicazione Foggia Calcio