|   |  Bari-Foggia: che beffa!

Bari-Foggia: che beffa!

Una prodezza del ‘foggiano’ Galano, al 92’, consegna al Bari il derby contro rossoneri. Per i ragazzi di Stroppa, rimasti in 10 dall’80’ per l’espulsione di Coletti (doppia ammonizione), è beffa amarissima anche perché il Foggia, il derby, se l’è giocato alla pari, annullando di fatto in campo, la differenza di posizione in classifica. E se di negativo c’è solo la sconfitta di positivo ci sono tanti aspetti, come l’assoluta padronanza con cui il Foggia affronta i cugini e, passando ai singoli, la superba prestazione di Tarolli, chiamato all’esordio in una gara difficilissima e che ha sfoggiato una maiuscola prestazione macchiata solo dalla prodezza di Galano. A fine gara i 1300 tifosi rossoneri, messa da parte la delusione per la sconfitta, hanno ringraziato i giocatori riconoscendo la maiuscola prestazione dei propri beniamini.

 

La cronaca.

Poche alternative per Stroppa che butta nella mischia Tarolli (20 anni all’esordio in maglia rossonera) al posto di Guarna. In difesa conferma la stessa retroguardia della gara contro la Ternana: Loiacono, Coletti, Camporese e Celli. A centrocampo rientra capitan Agnelli che affianca Vacca e Gerbo. In attacco Beretta fa il Mazzeo con ai lati Fedato e Calderini.
Parte la gara e si capisce subito che il Foggia non teme la capolista: squadra concentrata e attenta., poco spazio per gli attaccanti biancorossi che ci provano solo da lontano, Galano, o su azioni da fermo, palo esterno di Improta su azione d’angolo, mentre il Foggia fa movimento e cin prova con beretta.
Nella ripresa il Foggia parte sparato colleziona angoli ma non concretizza, Grosso ridisegna il Bari mette dentro Brienza e Floro Flores, ma il Foggia regge bene l’urto. Poi nel finale, rimasto in 10, subisce la veemenza avversaria cedendo a tempo scaduto alla prodezza di Brienza, palla in mezzo, e di Galano, tap-in vincente a due passi dalla porta. Il resto è delusione ed incredulità. Le carezze dei tifosi a fine gara mitigano l’amarezza. Rialzati Foggia oggi la fortuna si è girata dall’altra parte. 

Area Comunicazione Foggia Calcio