|   |  Addio Lega Pro

Addio Lega Pro

Il Foggia saluta la Lega Pro a Cosenza con un meritatissimo pareggio conquistato nel recupero e fissa altri 2 record nella memorabile stagione del ritorno in Serie B: la doppietta di Mazzeo issa l’attaccante rossonero sul podio dei marcatori della Lega Pro mentre il suo gol nel finale evita la sconfitta e permette al Foggia di eguagliare il record del numero minimo di sconfitte subite in una stagione.
Stroppa cambia volto al suo Foggia: preserva  i diffidati - Coletti, Rubin, Agnelli, Vacca e Chiricò – per la Super Coppa di Lega  e concede spazio e gloria a chi ha giocato meno. Così in porta va Sanchez, in difesa Angelo, Figliomeni, Martinelli e Loiacono, a centrocampo Gerbo, Agazzi e Sicurella, in attacco Sarno, Mazzeo e Maza.
L’inedita formazione non sfigura. Sempre padrona del campo ma imprecisa in attacco: tante occasioni create, nessun gol, così, nel pieno rispetto del mantra calcistico, viene punito: l’ex di turno, Letizia, conclude al 32’ un contropiede avviato da Calamai e perfezionato da Mendicino e al 32’ porta in vantaggio i rossoblu. Il Foggia reagisce e in pochi minuti crea pericoli con Loiacono, Agazzi, Sicurella, Sarno e Mazzeo, ma Saracco e compagni riescono a mantenere inviolata la propria porta. Nella ripresa il Foggia riparte ancora più deciso, ma è il Cosenza a raddoppiare: Corsi dai 30 metri sorprende Sanchez e raddoppia il vantaggio. Stroppa non ci sta vuole il pareggio e manda in campo Di Piazza per Sicurella. C'è spazio anche per il buon esordio di Faber e per Pompilio. Al 61’ arriva il primo gol con Mazzeo e, a tempo scaduto, dopo un forcing insistito, il gol del pareggio sempre ad opera di Mazzeo. Finisce 2-2, addio Lega Pro.

Area Comunicazione Foggia Calcio